Luciano Fabris

Luciano Fabris

Docente di Piano

Il Corso

Docente: Tipo di corso: Individuale o Collettivo
Giorni: Lunedì e Venerdì
Orari: 17:00 – 21:00
Durata lezione: da 45 o da 60 minuti

L’insegnante

Luciano Fabris  è nato in Francia nel 1963.

Attivo come  pianista jazz  dal 1990, si  ispira agli stili di Bud Powell e di Barry Harris, del quale è  anche allievo.

Ha collaborato  fra gli altri con Steve Grossman, Bob Mover, Tom Kirkpatrick, Tony Scott,  Agostino di Giorgio, Massimo e Maurizio Urbani,  Andrea Olivi, suonando in numerosi   jazz club e festival.Come insegnante ha lavorato  a lungo in scuole di musica comunali e private  tra cui l’IMI  e Cinecittà Campus.

Dal 2005 collabora con l’associzione Roma jazz workshop  all’organizzazione delle masterclass romane di Barry Harris che si tengono regolarmente a marzo e a settembre,  a cui partecipano studenti di tutto il mondo.

Programma

1° livello

Nozioni di teoria (intervalli, scale, accordi, circolo delle quinte)

Armonizzazione della scala maggiore ed esercizi relativi

Armonizzazione della cadenza II V I  con la fondamentale alla mano sx (“three note voicings”) ed esercizi relativi

Applicazione della suddetta formula a brani jazz

 

 

 

2° livello

Alterazioni e loro applicazione nei left hand voicings

Il blues(2) e i Rhythm changes

Ri-armonizzazione degli standards

Cenni sul Walkin’ bass, costruzione e applicazione

Analisi dei brani come base per la costruzione di un assolo

Teoria delle scale per l’improvvisazione

Improvvisazione (2): integrare frammenti di scale e note dell’accordo, uso del cromatismo

Cucitura melodica

I Riff e i cliché di Ellington, Basie, Garland, Kelly, consigli per costruirne di propri

Analisi e studio dello stile Be-bop

Studio della pronuncia jazzistica (2)

 

3° livello

Studio degli assoli dei grandi maestri del jazz

Esercizi di trascrizione ed “ear training

Piano solo: organizzare ed arrangiare un brano

Jazz modale (armonizzazione a quarte, “so what” chords)

Scale a quattro e cinque voci (pentatoniche)

Improvvisazione (3): “outside playing”, poliritmia , costruzione e gestione dell’ assolo

Block chords, armonizzazione di una melodia

Sovrapposizioni armoniche (policordi)

Cenni su latin jazz e bossa nova

Accompagnamento di un solista in una sezione ritmica, “interplay”.

Improvvisazione libera: qualche suggerimento